[Senza titolo]‎ > ‎

VEDOGREEN e DINTEC insieme nel progetto "Ecovalutazione brevetti" per favorire l'innovazione delle aziende green italiane

pubblicato 2 apr 2013, 00:49 da Techno GF
Milano, 26 Marzo 2013

VedoGreen, la società del gruppo IR Top specializzata nella finanza green, e
Dintec, Consorzio per l’Innovazione Tecnologica del Sistema Camerale, che vede tra i
propri soci anche l’ENEA, ed Enea, hanno avviato una partnership con l’obiettivo di
favorire la competitività delle PMI italiane attraverso progetti eco-innovativi.
In particolare Vedogreen è stata coinvolta nella sperimentazione del progetto
“Ecovalutazione brevetti” che Dintec sta conducendo al fine di realizzare un sistema per la
valutazione del “valore ambientale” di tecnologie protette da brevetto.

Vedogreen partecipa al progetto apportando la propria expertise consolidata di
analisi economico-finanziaria e di business su un rilevante numero di società
appartenenti al settore green.
Alla luce del crescente sviluppo del mercato “GREEN” il progetto unisce
procedure per la valutazione e analisi dei brevetti con criteri di eco sostenibilità ponendosi
l'obiettivo sia di stimolare la “finanziabilità” di progetti tecnologici a carattere “green” sia
di incrementare la consapevolezza degli inventori sui temi “verdi” e di “eco sostenibilità”.

Prima risultanza delle attività del sistema di Ecovalutazione è che i risvolti
“green” dei brevetti analizzati vanno oltre le intenzioni degli inventori e talvolta arricchiscono
il valore innovativo della soluzione tecnologica e, a cascata, un miglioramento alla sostenibilità
del ciclo di vita del prodotto.

Le due società intendono sviluppare ulteriori forme di collaborazione al fine
di consentire alle imprese italiane che aderiscono al progetto Vedogreen di accedere alla
expertise di Dintec e alla strumentazione sviluppata per l’”Ecovalutazione brevetti”.
Una iniziativa che intende, quindi, favorire l’incontro tra investitori ed
imprese operanti nel settore delle tecnologie green, contribuendo allo sviluppo di uno dei settori
più promettenti per lo sviluppo economico italiano.

“Siamo molto lieti di aver avviato la partnership con Dintec sul progetto di
“Ecovalutazione dei brevetti” – afferma Anna Lambiase, Amministratore Delegato di Vedogreen – con
il quale intendiamo definire una griglia di parametri che evidenzi le caratteristiche
green dei brevetti inclusa la valutazione a carattere economico-finanziario. Vedogreen partecipa
al progetto apportando la propria expertise consolidata di analisi economico-finanziaria e
di business su un rilevante numero di società appartenenti al settore green. La società, nata
come osservatorio di settore già nel 2010 con un approfondito report “green economy on capital
markets” sulle società green europee quotate, ha ampliato oggi il perimetro di analisi fino a
monitorare nel proprio database oltre 3.000 società non quotate italiane che si distinguono
per gli spiccati contenuti di innovazione. In particolare attraverso il nostro lavoro abbiamo
verificato quanto le imprese made in italy green siano impegnate nella costante ricerca e sviluppo
di prodotti fortemente innovativi basati su tecnologie proprietarie e brevetti. Come
evidenziato dall’Osservatorio Brevetti, Marchi e Design di Unioncamere, realizzato con il
supporto di Dintec, infatti le domande italiane di brevetto europeo sono cresciute negli ultimi 5
anni ad un tasso medio 20%. In Europa dove sono stati presentati nel quinquennio 2007-2011
oltre 12.600 brevetti, l’Italia manifesta una forte concentrazione di brevetti nel segmento
delle fonti energetiche rinnovabili e specificamente del solare e del biocombustibile.”

“Il know how di Vedogreen sugli aspetti economico finanziari delle tecnologie
green fornisce un importante impulso al progetto di “Ecovalutazione dei brevetti”” - ha
dichiarato Massimo Guasconi, Presidente di Dintec –“questa collaborazione offre l’opportunità di
poter affinare la metodologia di valutazione attraverso il coinvolgimento di un numero elevato
di imprese attive nel settore del green e/o interessate ad investire in questo importante ambito
di sviluppo per il Paese. Tecnologia, finanza ed imprese una volta tanto alleate per favorire
l’affermazione di un settore che rappresenta una concreta possibilità di superamento della crisi.”

(fonte: Uff. Stampa VedoGreen)
Comments